Quattro per quattro

Nelle sale dal 13 giugno Niente può fermarci, una commedia di Luigi Cecinelli, con i giovani Vincenzo Alfieri, Emanuele Propizio, Federico Costantini e Guglielmo Amendola, supportati da attori di spessore tra cui spicca la partecipazione straordinaria di Gerard Depardieu.

Mattia (Guglielmo Amendola) è narcolettico, Augusto (Emanuele Propizio) internet-dipendente, Leonardo (Federico Costantini) è un ossessivo compulsivo e Guglielmo (Vincenzo Alfieri) è affetto da sindrome di Tourette. Sui titoli di testa vengono presentati così, con la definizione della loro patologia, questi quattro giovani ragazzi, nonché pazienti della clinica Villa Angelika, dove dovranno sottoporsi a un periodo di cure durante il periodo estivo, lontani dai loro quattro genitori oltremodo premurosi. Rubare la macchina del direttore è l’unica soluzione per evadere e affrontare un viaggio rocambolesco che li porterà fino a Ibiza, dopo aver dato un passaggio anche a Regina (Maria Chiara Augenti), una ragazza in fuga dai problemi di cuore.
L’idea alla base di Niente può fermarci è interessante, inizialmente infatti il film sembra prendere una strada diversa da quella che ha caratterizzato il filone delle commedie estive con al centro storie di adolescenti stanchi di avere i loro genitori alle calcagna, ma ben presto torna sulla carreggiata del cinema on the road, segnata però da incontri emblematici come quello di Gerard Depardieu. «È stato un grande regalo della produzione che non mi sarei mai aspettato» racconta Luigi Cecinelli, regista della pellicola, «Lavorare con lui è un’esperienza meravigliosa, come tutti i grandi attori ride e scherza fino a due minuti prima di girare, poi quando recita ti dà il personaggio».
Altri nomi importanti, nostrani, come Serena Autieri, Massimo Ghini, Paolo Calabresi, Gianmarco Tognazzi, Lucia Ocone, Eva Riccobono e Carolina Crescentini, arricchiscono il numeroso cast di Niente può fermarci, al cinema dal 13 giugno in 160 copie distribuito da 01, che anche a detta del regista hanno dato tantissimo al film, improvvisando molto (Ocone su tutti).
Alla domanda su cosa li abbia spinti a prendere parte al film, alcuni dei noti attori rispondono con una serie di battute. Per Ghini l’idea di affrontare temi serissimi in chiave di commedia e vederli dal punto di vista dei genitori è stato il motivo base. Calabresi sorridendo afferma: «Oltre l’indigenza? Il fatto che fosse una commedia scritta con ritmo e verosimiglianza e il fatto che alla fine le problematiche fossero frutto delle proiezioni delle ansie dei genitori». Per Tognazzi invece è sempre un grande stimolo lavorare con i giovani e il rapporto con Vincenzo Alfieri – suo figlio nel film – è stato una grande scoperta e in lui vede grandi doti; da sottolineare soprattutto che la patologia del personaggio di Alfieri è sicuramente la più complessa, essendo piena di tic, resi più coloriti del solito.
Alfieri inoltre è l’unico dei quattro protagonisti a non essere stato sostituito nel corso di questi tre anni di gestazione in cui il film non riusciva a trovare un produttore; grazie a Rai Cinema con Angelika Vision Niente può fermarci ha poi finalmente visto luce con le intuizioni del produttore e noto direttore della fotografia Claudio Zamarion, che nella meravigliosa location del Castello di Semivincoli Masciarelli ha trovato ispirazione per ambientare la parte della storia cinematograficamente fatta passare per Provenza.
Le immagini suggestive, che esaltano la bellezza della regione Marche, sono sicuramente un punto a favore della pellicola, trampolino di lancio per attori emergenti di tutto rispetto, che trainati da tre “famosi papà” e una giovanile “famosa mamma” non riescono a salvare una sceneggiatura che non arriva alla meta, ma si ferma a metà.

Titolo: Niente può fermarci
Regia: Luigi Cecinelli
Soggetto e Sceneggiatura: Luigi Cecinelli, Ivan Silvestrini
Attori principali: Emanuele Propizio, Federico Costantini, Vincenzo Alfieri, Guglielmo Amendola, Maria Chiara Augenti, Massimo Ghini, Paolo Calabresi, Serena Autieri, Eva Riccobono, Lucia Ocone, Gerard Depardieu
Fonico: Candido Raini
Fotografia: Claudio Zamarion
Montaggio: Alessandro Lucidi
Musiche originali: Riccardo Cimino, Giacomo Trovajoli
Produzione: Angelika Vision, Rai Cinema
Distribuzione: 01 Distribuzione
Genere: Commedia
Durata: 90′
Uscita prevista in Italia 13 giugno 2013

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.