Ha quasi trent’anni ma non li dimostra

La compagnia della Rancia si esibisce all’Allianz Teatro con un mix di musica, ballo e qualche sorpresa.


I ventidue artisti della compagnia della Rancia interpretano i Jellicle: i gatti più famosi al mondo, che da ottobre 2009 parlano finalmente in italiano.

Lo show che ha debuttato al Sistina ed è in scena a Milano, dal punto di vista spettacolare si fa innanzi tutto notare per la cura maniacale del trucco. La maschera sapientemente creata con cerone e ombretti cancella l’espressività umana trasformando gli attori in autentici gatti. Il naso, in particolare, è identico a quello di un micio, per non parlare dell’effetto del pelo su viso e testa. Anche i costumi sono semplici e azzeccati – salvo qualche paillette di troppo – e portano la firma di Francesco Martini Coveri, il nipote dello stilista scomparso Enrico Coveri.

La scenografia è semplice ma curata: tutti gli oggetti in scena – un carrello della spesa, una tazzina di caffè rotta, un pneumatico, alcune lettere – sono di dimensioni enormi, così come devono apparire agli occhi dei gatti. Mentre, per delimitare lo spazio scenico, si sono inserite delle grate che permettono agli attori di arrampicarsi e interpretare con maggiore aderenza i movimenti dei personaggi felini.

Lo spettacolo meraviglia il pubblico fin dall’inizio: quando il buio scende in sala, appaiono ovunque occhi di gatto al ritmo della musica. L’agilità degli attori-danzatori nell’imitare i movimenti dei gatti – compresi scatti e incertezze – è notevole e le coreografie firmate da Daniel Ezralow sono originali.

Le canzoni accompagnate dall’orchestra dal vivo – composta da quasi venti elementi – creano momenti di pura magia e la splendida esibizione di Giulia Ottonello – vincitrice dell’edizione 2002-2003 di Amici, qui nel ruolo di Grisabella – è la più applaudita. Molto divertente anche il personaggio di Ciccio Gourmet: Alessandro Neri lo rende impacciato e buffo proprio come un micio con qualche chilo di troppo.

Tra le sorprese, la presenza dei gatti tra il pubblico: non solo corrono lungo i corridoi del teatro, ma saltano anche da una poltrona all’altra, davanti ai visi stupiti degli spettatori.

Spettacolare ed elaborato, infine, il gioco delle luci, che accompagna ogni gesto e movimento dei danzatori.
Messa in scena riuscita: il pubblico entusiasta ha premiato la compagnia con un lungo applauso.

Lo spettacolo continua:
Allianz Teatro
via G. di Vittorio, 6 – Assago
orari: dal martedì al venerdì ore 21.00 – sabato ore 15.30 e 21.00 – domenica ore 15.30

Cats
regia di Saverio Marconi
coreografia e regia associata di Daniel Ezralow
con Azzurra Adinolfi, Roberto Colombo, Stefania Fratepietro, Roberta Miolla, Massimilano Pironti, Laura Safina, Andrea Verzicco, Federica Baldi, Simone de Rose, Silvana Isolani, Fabio Monti, Maria Silvia Roli, Loredana Sartori, Giuseppe Verzicco, Gianluca Ciatti, Tiziano Edini, Alessandro Lanzillotti, Alessandro Neri, Andrea Rossi, Chiara Vecchi, Chiara Vinci, e con Giulia Ottonello
costumi Francesco Martini Coveri per la maison Enrico Coveri
direttore d’orchestra Vincenzo Latorre
orchestra dal vivo:
reed Andrea Olivi, Marco Postacchini, Nicola Tapella
corni Massimo Marconi, Stefano Lodo
trombe Fabio Costanzo / Simone Ionizzi / Giovanni Abbiati
trombone Vincenzo Dipierro / Alessio Nava
violoncello Lorenzo Squarotti
chitarra Elvezio Fortunato
basso Gaetano Puzzutiello
batteria Marco Parenti
tastiere Emanuele Friello, Mauro Gubbiotti, Gennaro Franco
percussioni Massimo Mazza

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.