Ogni giorno

Ogni giorno

Ogni giorno, articolo di "Michele Parrinello" su Persinsala
giovedì , 17 Ottobre 2019
Home | Anteprime/Recensioni | Ogni giorno
Coverlg
Coverlg

Ogni giorno
Recensioni/Articoli di

Adattamento del best seller omonimo firmato da David Levithan, Ogni giorno è una pellicola romantica adolescenziale dalle sfumature fantastiche che gode di un giovane cast affiatato e prova a dire qualcosa di serio sull’amore. Pur godibile, non corre il rischio di avventurarsi sotto la superficie e si limita a portare a casa il compitino. “A” …

Ogni giorno in un corpo diverso

Leggi la Recensione Ogni giorno

Adattamento del best seller omonimo firmato da David Levithan, Ogni giorno è una pellicola romantica adolescenziale dalle sfumature fantastiche che gode di un giovane cast affiatato e prova a dire qualcosa di serio sull’amore. Pur godibile, non corre il rischio di avventurarsi sotto la superficie e si limita a portare a casa il compitino.

“A” è un’entità che si sveglia ogni giorno all’interno di un corpo diverso. Per quel giorno si deve adattare alla vita del suo ospite, con la consapevolezza che scattata la mezzanotte è destinata a ricominciare da capo.
La sua esistenza erratica cambia quando, svegliandosi nei panni del liceale Justin, incontra Rhiannon. La giornata trascorsa in sua compagnia lo porta a desiderare di rivederla, ma è ostacolato dalla sua condizione.
Rhiannon dal canto suo, dapprima incredula e poi confusa, comincia a provare dei sentimenti sempre più profondi per “A”, ma è combattuta dal vederlo ogni giorno con l’aspetto di una persona diversa.

L’amore ai tempi della generazione Z.
Fioriscono sempre più numerose, nel corso di questa seconda decade degli anni duemila, quelle storie che potrebbero trovare la loro collocazione sul confine che delinea le prime sfumature del melodramma ma hanno i tratti caratteristici del film romantico adolescenziale.
L’amore vissuto da questa generazione di liceali è spesso contrastato, tormentato, influenzato dall’ambiente sociale in cui i ragazzi sono abituati a vivere e crescere. Al quadro archetipico in questione Ogni giorno aggiunge un’abbondante spruzzata di sovrannaturale. L’idea di far innamorare una normalissima ragazza e un’entità che cambia corpo ogni giorno, riadattata dal best seller omonimo firmato da David Levithan, avrebbe potuto prestare il fianco a un eccesso di melassa o a una messa in scena troppo sopra le righe. Un rischio che avrebbe depotenziato l’asserto di partenza.
Michael Sucsy, prendendo le distanze dalla chiave imposta al suo precedente La memoria del cuore, che si era rivelato poco ispirato e ancor meno incisivo, prova a iniettare una dose di freschezza in una storia che avrebbe avuto tutte le carte in regola per precipitare in un dramma da inguaribili cuori infranti. Sebbene infatti le potenzialità metafisiche sgocciolino lentamente via, disperse in una narrazione poco ispirata e incisiva, rimangono le ottime prove di Angourie Rice nei panni della protagonista, sorriso triste e testardaggine senza compromessi, e del variegato cast che si ritrova a impersonare e dare continuità e credibilità ad “A”, Cenerentola del nuovo millennio che deve fuggire a mezzanotte dalla sua amata, durante le sue peregrinazioni di corpo in corpo.
In una modernità che ha ormai integrato le nuove tecnologie con i soliti, vecchi problemi di cuore, Ogni giorno prova a spingere sul tema, caro a molto cinema giovanile recente, dell’accettazione del diverso. Sotto quest’ottica la pellicola si limita a raccontare una storia d’amore, toccando solo di sfuggita tematiche come il sesso, il bullismo o l’omosessualità. Questa sua leggerezza, per quanto adatta all’aria da fiaba che impregna il film, potrebbe finire per far storcere il naso proprio al pubblico cui il prodotto dovrebbe essere principalmente indirizzato.
Ogni giorno può essere apprezzato se da esso non ci si aspetta più di ciò che può dare: novanta minuti di romanticismo conditi da una componente fantastica che, sebbene comprensibile e ben integrata, non viene esplorata né risolta in tutte le sue potenzialità. Veicola una morale senza età e cerca di trasmettere qualcosa di importante sull’amore, ma si limita a svolgere il compitino.

Titolo originale: Every Day
Nazionalità: Stati Uniti
Anno: 2018
Genere: Drammatico, sentimentale
Durata: 91′
Regia
: Michael Sucsy
Interpreti: Angourie Rice, Justice Smith, Owen Teague, Maria Bello, Debby Ryan, Lucas Jade Zumann, Jacob Batalon, Colin Ford, Michael Cram, Amanda Arcuri
Sceneggiatura: Jesse Andrews (Adattamento del romanzo Every Day di David Levithan)
Montaggio: Kathryn Himoff
Fotografia: Rogier Stoffers
Produzione
: Paul Trijbits, Christian Grass, Filmwave, Likely Story, Metro Goldwin Mayer
Distribuzione: Eagle Pictures
Scenografia:
Matthew Davies
Costumi: Georgina Yarhi
Colonna sonora: Elliott Wheeler

Nelle sale italiane da giorno 14 Giugno 2018

Lascia un commento