Cristina D’Avena

Cristina D’Avena

Cristina D’Avena, articolo di "Alessio Neroni" su Persinsala
giovedì , 17 Ottobre 2019
Home | Interviste | Cristina D’Avena

Cristina D’Avena
Recensioni/Articoli di

In occasione dell’uscita de I Puffi – Viaggio nella foresta segreta, abbiamo incontrato Cristina D’Avena, che ha avuto il privilegio di doppiare un nuovo personaggio nel simpatico film d’animazione distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia e diretto da Kelly Asbury, nelle sale italiane dal 6 aprile. La cantante, inoltre, ha inciso anche per questa nuova …

Una vita a colori

Leggi l'intervista Cristina D’Avena

In occasione dell’uscita de I Puffi – Viaggio nella foresta segreta, abbiamo incontrato Cristina D’Avena, che ha avuto il privilegio di doppiare un nuovo personaggio nel simpatico film d’animazione distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia e diretto da Kelly Asbury, nelle sale italiane dal 6 aprile.

La cantante, inoltre, ha inciso anche per questa nuova avventura al cinema dei Puffi la canzone Noi Puffi Siam Così, l’undicesima sigla interpretata da Cristina D’Avena e dedicata a “gli strani ometti blu”. “La nuova canzone richiama nel titolo il ‘tormentone’ della storica sigla del 1982 che la rese celebre e le valse il Disco d’Oro. Il brano rimase in classifica per otto settimane vendendo 500.000 copie e raggiungendo la sesta posizione”. È doveroso quindi dire che Cristina D’Avena e i Puffi sono «amici di vecchia data» e anche noi di Persinsala abbiamo voluto rivolgerle una domanda in merito a quest’amicizia lunga trentacinque anni.

 Se Cristina D’Avena dovesse perdersi o comunque fare un viaggio all’interno di una foresta segreta quali Puffi si porterebbe dietro?

Cristina D’Avena: «Il Grande Puffo lo porto, pure Puffetta perché è un’amica mia, Puffo Forzuto serve sempre perché non si sa mai, Quattrocchi, meglio quattro occhi che due, poi c’è anche il Puffo Golosone, siccome sono a dieta ma sono golosa… Ma io li porterei tutti, sono talmente belli, talmente teneri, fanno talmente parte della nostra vita, essendoci cresciuti un po’ tutti, che li porterei anche al mio concerto».

E la sigla arricchirà la scaletta del prossimo concerto?
D’A.: «Ovviamente, appena esce il film, il 6 aprile ce la cantiamo tutti!».
In merita alla sigla Noi Puffi siam così afferma di trovarla «divertente, nuova, con delle sonorità che ai bambini di oggi piacciono, un misto tra gli anni 90′ e le canzoni di oggi. In questa sigla ci siamo voluti divertire. Sono curiosa di leggere le critiche dei mie fan che mi conoscono, ma anche quelle di quei fan che mi scoprono oggi e che magari ascoltandomi e mi sapranno dire quello che pensano».

Pur non avendo avuto modo di vedere tutto il film, conosce tutta la storia.  «Il film è molto bello, curato, Puffetta ha fatto bene a cercare qualcos’altro».

Amando il doppiaggio ha detto subito sì alla proposte di doppiare Mirtilla, «un personaggio saggio», che per capire quanto ha da dire bisogna vedere il film.  «I cartoni sono colore, fantasia, gioco», afferma Cristina D’Avena rispondendo alle altre domande dei giornalisti presenti. «Ci devono portare indietro nel tempo, far entrare in questo mondo colorato. Quando inizio il concerto dico di mettere da parte tutti i problemi e stare con me. Cantiamo, scherziamo, perché così dev’essere. Puoi pensare ai problemi? No, bisogna cantare, bisogna divertirsi».

E continuando analizza un punto importante, ovvero che i bambini devono essere tali, rammaricata per quella che era la tv negli anni ’80. «I cartoni di quegli anni sono cartoni fantastici, quelle canzoni le cantiamo tutti… Oggi più che mai i giovani, i bambini, avrebbero bisogno della televisione per bambini. È vero che ci sono tantissimi canali, cartoni sparsi qua e là, c’è internet – sempre con i genitori, sottolinea – , c’è youtube… Però la televisione rimane questa scatola magica, che tutti noi abbiamo a casa e che dovrebbe colorarsi anche con dei cartoni. Mi auguro che Mediaset e Rai capiscono che i bambini di oggi sono il futuro di domani. I bambini che oggi nascono sono quelli che nascevano allora, nascono in un’altra epoca e in un’altra società, ma sono sempre quei frugoletti che quando cominciano a guardare la tv sono come cento anni fa, sempre bambini. Io ci sto provando in tutti i modi a far capire quanto sia importante per loro uno spazio nei palinsesti, ma nessuno mi ascolta più di tanto».

Parole semplici e dirette per colei che è cresciuta e ha cresciuto diversi bambini con quelle sigle senza tempo e con semplicità, perché lei stessa dice «La semplicità paga sempre».

Un’idea geniale poi sboccia mentre in sottofondo parte la nuova canzone dei Puffi:
«Ma se facessimo il partito dei Puffi? Mettiamo il Grande Puffo al centro, un bel villaggio colorato e se anche c’è Gargamella, noi siamo tutti buoni». E siamo sicuramente la maggioranza.

La conferenza stampa si è svolta:
Warner Bros. Entertainment
Via Giacomo Puccini, 8 – Roma
giovedì 30 marzo ore 14.00
con Cristina D’Avena e i Puffi

Il film uscirà al cinema:
I Puffi – Viaggio nella foresta segreta
di Kelly Asbury,
distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia
giovedì 6 aprile

Lascia un commento