150 e non li dimostra

Per festeggiare l’Unità d’Italia il Nuovo festival del Vittoriale-Tener-a-mente propone un bouquet di spettacoli davvero imperdibile.

Splendida location quella del Vittoriale: una scenografia naturale – formata dall’Isola del Garda, il Monte Baldo, la penisola di Sirmione e la Rocca di Manerba – che incornicerà, tra il 3 luglio e il 13 agosto, le performance di grandi nomi della danza, della musica classica e di quella contemporanea.

Ad aprire la manifestazione, un’esibizione dell’étoile Eleonora Abbagnato che, nella scorsa stagione, abbiamo visto al fianco di Massimo Ranieri in Polvere di Baghdad – scritto da Adonis e Massimo Nava, per la regia di Maurizio Scaparro.

Per gli amanti del rock anni 70 e 80 e per gli orfani dei Velvet Underground, torna in Italia Lou Reed – che quest’estate sarà anche a Milano, all’Arena Civica, il 10 luglio, proseguirà il suo tour con una tappa in un’altra splendida località, come Taormina, il 20, e raggiungerà con la sua band Gardone, venerdì 22.

Dal rock al jazz, tinto di malinconia di Wynton Marsalis, il passo è breve. Il 16 luglio il palcoscenico del Vittoriale ospiterà il famoso trombettista statunitense, che continuerà il tour italiano partecipando al Pescara Jazz Festival e si esibirà anche ad Aosta, presso il Teatro Romano. Per i pochi che non conoscessero Marsalis, basti citare quello che scrisse di lui Peter Watrous su The New York Times il 2 dicembre 1993: “Nei tardi anni 80, Wynton Marsalis […] ha conquistato un proprio posto nella storia del jazz. Ma, a differenza dei suoi predecessori – quali Charlie Parker o John Coltrane, per esempio – non l’ha ottenuto grazie al suo stile personale, bensì diventando un politico (in italiano diremmo un messaggero, ndt) della cultura”. Un musicista che ha saputo moltiplicare collaborazioni, stili, abbandonandosi all’improvvisazione con la qualità che solo i grandi del jazz raggiungono, senza mai gongolarsi nell’autocompiacimento.

E, ancora, martedì 19 luglio protagonista della serata sarà Goran Bregovic – chi non ricorda le musiche composte per l’istrione del cinema, Emir Kusturica: da Il tempo dei gitani, premio per la miglior regia a Cannes, all’epico Undeground, Palma d’Oro nel 1995? Mentre, per bambini e non, martedì 5 luglio arriva l’allegria dei clown del Gran Gala du Cirque.
Un festival, quindi, che raccoglie nomi di peso e generi talmente diversi da accontentare un vasto pubblico. Lunedì 11 luglio, infine, dopo la consegna del premio Il Vittoriale, per celebrare l’Unità d’Italia, si terrà il reading I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, di e con Massimiliano Finazzer Flory – accompagnato sul palcoscenico della prima ballerina della Scala, Gilda Gelati.

Gli spettacoli avranno luogo:
Il Vittoriale degli italiani
via Vittoriale, 12 – Gardone Riviera (BS)
vittoriale@vittoriale.it

Nuovo festival del Vittoriale-Tener-a-mente
Alcuni spettacoli in cartellone:

Domenica 3 luglio
Gran Gala di danza “Tener-a-mente”
con Eleonora Abbagnato

Martedì 5 luglio
Gran Gala du Cirque
con Clown Housch Ma Housch e Troupe Balagans

Venerdì 8 luglio
Manhattan Transfer

Mercoledì 13 luglio
Balletto di Pechino
La poesia del vento

Sabato 16 luglio
Wynton Marsalis e la Lincoln Center Orchestra

Martedì 19 luglio
Goran Bregovic e The Wedding and Funeral Band
Champagne for Gypsies

Venerdì 22 luglio
Lou Reed
Sweet Tooth

Sabato 6 agosto
Markus Stockhausen e l’Orchestra d’Archi Italiana

Domenica 7 agosto
Kataklò Athletic Dance Theatre
Light

Sabato 13 agosto
Gran Gala internazionale di danza
Il cigno nero
con Irina Dvorovenko e Maxim Beloserkovsky, primi ballerini dell’American Ballet Theatre
Per il programma completo e tutte le info: www.anfiteatrodelvittoriale.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.