Sesso, droga e… cultura pop

Spring break – ossia pausa primaverile – è l’equivalente statunitense della nostra settimana bianca, con la sola differenza che negli Stati Uniti si opta per località di mare, come la Florida. I ragazzi dei college non vedono l’ora di questa vacanza – momento in cui scatenarsi tra sesso ed eccessi.

La trama è ovvia quanto forzata: Candy (Vanessa Hudgens), Faith (Selena Gomez), Brit (Ashley Benson) e Cotty (Rachel Korine) sono quattro amiche e compagne di college che, per pagarsi lo spring break, non sanno inventarsi di meglio che rapinare una banca. Una volta arrivate in Florida – ça va sans dire – si concedono spiagge, feste ed eccessi, finendo in galera. Uno spacciatore, Alien (James Franco), paga loro la cauzione.

Le prime sequenze sono già esplicative e lasciano intendere lo spettacolo al quale si assisterà: spiagge, ragazzi in costume – e non – che ballano, fumano e bevono, a ritmo di musica pop e hip hop. Sembra l’incipit di un film leggero – quasi una sorta di college movie – se non fosse che la sceneggiatura prende una piega diversa. Drammatica – almeno nelle intenzioni.

Intorno al film c’era grande attesa, soprattutto per la popolarità di James Franco (una buona interpretazione, la sua, che sembra sbeffeggiare Lil’Wayne, con denti d’oro, treccine e una parlata da gangsta molto rilassata) e di Selena Gomez – che la Disney ha ancora sotto contratto e, dunque, non può che interpretare Faith, la più pura tra le quattro amiche: non ruba, non fuma, non beve, non si spoglia. Disney dà, Disney pretende. Ma ciò che non fa lei, lo fanno le sue amiche e complici, che nei giorni dello spring break si nutrono di eccessi, trasformando una vacanza di pochi giorni in un vero e proprio stile di vita.

Il lavoro della regista, Harmony Korine, è un perfetto mix di pop culture, con una fotografia impeccabile che ritrae spiagge e tramonti meravigliosi e, con altrettanta perfezione tecnica, disegna un ritratto impietoso della società statunitense. Se il ritmo può travolgere un certo genere di spettatore, lo scotto da pagare è alto: una trama quasi inconsistente, un finale che delude e la pecca di aver utilizzato troppe scorciatoie (attori in voga, musica da classifica e luoghi da cartolina) per portare a termine il progetto.

Nel complesso, un film divertente, senza dubbio scorrevole, ma che lascia interrogativi a livello contenutistico. Contenuti che, essendo presente a un festival, dovrebbero esserci. Sicuri che basti esprimere una certa critica nei confronti dei teenager statunitensi per sbarcare al Lido?

Titolo: Spring Breakers
Regista: Harmony Korine
Attori principali: James Franco, Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Ashley Benson, Rachel Korine
Genere: Drammatico
Durata: 88min
Anno: 2012
Produttore: Chris Hanley, Jordan Gertner
Produttore esecutivo: Miles Levy, Aeysha Walsh
Casa di produzione: Division Films, Muse Productions, O’ Salvation
Fotografia: Benoit Debie
Musiche: Cliff Martinez
Montaggio: Douglas Crise

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.