Arrivano i Galli e si ritorna a sorridere

Nuova avventura dei due mitici personaggi creati da Goscinny e Uderzo, in una riuscita trasposizione cinematografica.

All’eterna brama di conquista romana manca la Britannia, ed è lì che si dirige Cesare (Fabrice Luchini), nel 50 a.C., con l’impeto e l’arroganza di ogni buon conquistatore. Per resistere all’impietoso nemico, Cordelia (Catherine Deneuve), Regina della Britannia, decide allora di inviare Beltorax, il suo ufficiale più fedele, in Gallia per chiedere aiuto ad Asterix e Obelix, noti per la loro strenua resistenza all’invasore. Il messaggero trova i due eroi impegnati nella formazione di un nipote, Goudurix, e sarà insieme a lui che andranno in soccorso della regina. Anche se nulla andrà come previsto.

Confrontarsi con un fumetto, con le voci e le movenze che ogni lettore, individualmente, assegna ai protagonisti, è un’impresa che fa tremare i polsi a un regista. Soprattutto tenendo conto che i fiaschi, o i mezzi fiaschi, non mancano, basti guardare alcune recenti produzioni statunitensi.

Laurent Tirard, l’illuminato regista dell’acclamato Il piccolo Nicolas e i suoi genitori (deliziosa pellicola della stagione scorsa), ha sicuramente sentito questa responsabilità, anche se aveva dalla sua parte il successo di precedenti episodi. Tuttavia nell’intenzione di realizzare il “suo” Asterix ha innovato la trama con un solido impianto di sceneggiatura. L’idea forte è stata quella di trattare Asterix (Edouard Baer) e Obelix (Gérard Depardieu) come una coppia e quindi di porli in relazione con problematiche vere. Quelle, ad esempio, di una coppia che naviga nel tran tran e che riceve uno scossone dall’arrivo di un ragazzino (Goudurix). Di colpo Asterix comincia a porsi delle domande, a volersi guardare intorno, a confrontarsi duramente con Obelix. Un meccanismo tipico dell’intreccio romantico, ma che aggiunge alla trama avventurosa e divertente, come ci si aspetta da questo film, una gamma di conflitti ed emozioni.

Asterix e Obelix al servizio di sua Maestà si conferma quindi un’opera che mantiene le promesse e che regala al pubblico anche più di quanto sia lecito attendersi: oltre a un campionario di gag e situazioni buffe una storia avvincente anche dal punto di vista dello sviluppo dei personaggi. E, per una volta, un trattamento delle immagini 3D raffinato e convincente.

Titolo: Asterix e Obelix al servizio di sua Maestà
Regista: Laurent Tirard
Attori principali: Gérard Depardieu, Edouard Baer, Fabrice Luchini, Catherine Deneuve
Genere: Commedia, Avventura
Durata: 110’
Anno: 2012
Produttori: Olivier Delbosc, Marc Missonnier
Casa di produzione: Fidélité Films
Distribuzione: Lucky Red
Fotografia: Catherine Pujol, Denis Rouden
Montaggio: Valérie Deseine
Musica: Max Richter
Data di uscita: 10 gennaio 2013

1 commento

  1. […] Approfondimento fonte: Asterix e Obelix al servizio di sua Maestà […]

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.