Registi e Attori: Woody Allen Tra Match Point E Crimini E Misfatti

Registi e Attori: Woody Allen Tra Match Point E Crimini E Misfatti

Per il grande pubblico la figura di Woody Allen è legata a doppio filo alle commedie che lo hanno reso famoso. Tra tutte possiamo ricordare Io e Annie o Manhattan fino alle più recenti come Anything Else, Melinda e Melinda o Scoop. C’è però nella carriera del regista americano un filone diverso,quasi una filmografia parallela,in cui Allen si è cimentato con il genere tanto caro ad Aristotele: la Tragedia.

Match Point rientra decisamente in questo genere. La trama è semplice: un giovane ed ambizioso maestro di tennis (Jonathan Rhys Meyers) sposa la figlia di un ricco uomo d affari da cui avrà un lavoro, una splendida casa, una vita perfetta. L’armonia però viene spezzata dall’irrompere sulla scena della sensuale Nola Rice (Scarlett Johansson) con cui il protagonista avrà una relazione. Di fronte alla minaccia di perdere la sua famiglia ed una posizione faticosamente raggiunta, si macchierà di un terribile delitto. Al folle atto, però, non seguirà mai un castigo, nè terreno nè tantomeno divino. La giustizia è un fattore legato indissolubilmente al caso; la morale una dimensione dai contorni assolutamente vaghi. L’impossibilità di dare un significato alla realtà secondo le normali categorie di causa-effetto e di bene-male non deriva da un nichilismo da due soldi tanto di moda di questi tempi,soprattutto in certe serie tv;ha origine invece da un ateismo profondo,disperato e mai compiaciuto,dalla convinzione che “se anche esistesse un Dio Egli ha distolto lo sguardo dalle cose terrene“.         Allen rileva con tremenda lucidità il disfacimento morale della civiltà occidentale e non è un caso che la vicenda si svolga nell ambito dell alta società inglese. A ben guardare Match Point rappresenta la ripresa e lo sviluppo di un altro film del regista americano: Crimini e Misfatti del 1988. Caratterizzato da un impronta autobiografica è composto da due storie parallele che raccontano l’una la delusione affettiva e professionale di un do*****entarista interpretato dallo stesso Allen, l’altra la vicenda di un dottore (Martin Landau) che, ricattato dalla sua amante, decide di farla uccidere. Le analogie tra le opere sono diverse. La stessa incapacità di dare un senso ad un mondo impazzito, senza più coordinate, senza il conforto della fede in un Dio da cui trarre una legge morale (l’educazione religiosa ebraica del dottore). Lo stesso pessimismo sulla natura profonda dell’essere umano, il suo essere vittima degli eventi e delle passioni. In Crimini e Misfatti è presente quell’umorismo tipico di Woody Allen, garantito dalla presenza dello stesso regista come interprete di uno dei personaggi. Match Point si distingue per essere un opera più matura, completa, in cui si avverte la cura nella messa in scena e la sicurezza con cui il regista muove la macchina da presa. Probabilmente il valore di Match Point deriva anche dall’esperienza fatta con Crimini e Misfatti come sta a testimoniare l’impressionante sequenza finale in cui il dottore descrive allo stesso Allen la propria esperienza (peraltro simile alla trama di Match Point), iniziando il racconto con questa breve introduzione: “Ho una storia agghiacciante da proporle”. Le Parole D’Autore Di Woody Allen

Nota: di Giuliano Iaccarino
Woody Allen Tra Match Point E Crimini E Misfatti

Lascia un commento