Resident Evil The Extinction

Recensione: Resident Evil The Extinction

E’ importante sapere subito che questo film è adatto a:

  • I cultori del  genere che non si perderebbero per nulla al mondo il sequel di un film tratto da un così tanto famoso videogioco.
  • Tutti gli appassionati della bella Milla Jovovich
  • Coloro che, arrivati troppo tardi al cinema, non hanno altra possibilità di scelta.
  •      SCHEDA TECNICA

    SCHEDA DVDEcco la terza perla che il regista Russell Mulcahy si è premurato di regalarci. Ne sentivamo la mancanza.

    Come ogni videogioco che si rispetti la trama è decisamente labile: ritroviamo l’eroina Alice (Milla Jovovich) alle prese con dei poteri sempre più forti grazie ai quali deve contrastare da una parte gli ambigui piani della Umbrella Corporation ( il laboratorio segreto che, prima di innescare la morte del pianeta Terra tramite Virus T , che rende gli umani “non-morti”, si occupava di ricerca di armi batteriologiche da impiegare in caso di guerra), e dall’altra l’orda di non morti che dilaga su tutto il globo.

    Non solo Alice riesce a sventare i piani della Umbrella Corporation sita in Racoon City (luogo dove tutto ebbe inizio), ma alla fine progetta anche di creare un esercito di cloni per marciare contro gli altri laboratori segreti sparsi per il mondo.

    Tra l’inizio e la fine del film troviamo avvenimenti in ordine sparso combinati con una pletora di effetti speciali e sangue versato a iosa (indifferentemente di esseri viventi e non morti). Nonostante tutto ciò il film è ben girato, proprio grazie agli effetti speciali che se non appassionano almeno stupiscono (stupore che si perde nel momento in cui il film sarà visto sullo schermo domestico)… basta solo non dare troppo peso all’assurdità dell’insieme!

    Per quanto gli effetti speciali possano sopperire, la sceneggiatura è decisamente debole e gli attori sono all’altezza della situazione (che non si eleva più di tanto).
    E’ bene ricordare che alla sceneggiatura ha collaborato Paul W. S. Anderson che all’attivo ha un altro capolavoro del genere (chissà poi quale genere?
    ) come “Alien VS Predator”. Ci sono però delle scene che vale la pena guardare, per esempio lo scontro tra la carovana dei sopravvissuti  e i morti viventi sullo scenario di un’apocalittica Las Vegas, ormai divorata dal deserto. Davvero spassoso vedere gli zombi arrampicarsi sulla torre Eiffel o sul ponte di Rialto a caccia di carne fresca! E  ai fan della bella Alice resterà impressa la scena dell’esercito di cloni dai biondi capelli e dal fisico statuario. Sequel di “Resident Evil” del 2002 e “Resident Evil – Apocalypse” il terzo capitolo della saga (intitolato Extinction, e ci auguriamo che l’estinzione sia irreversibile), rispetto agli altri due presenta una radicalizzazione degli elementi tipici del film: spargimenti di sangue, cadaveri barcollanti, scienziati dalle manie di grandezza, Milla Jovovich nuda…insomma, niente di nuovo sotto al sole!Resident Evil Extinction: Mettiamola così: voi spenderete 7 euro e sprecherete un’ora e mezza della vostra giornata. Chi ha girato il film ha speso milioni di dollari e ha investito molto più tempo. La Frase: “Ho conosciuto tua sorella. Era una puttana assassina!” Milla Jovovich, Resident Evil Extinction, 2007

    Nota: di Stefania Ciocca
    Resident Evil The Extinction

    Lascia un commento