Fiction: LOST stagione tre

Fiction: LOST stagione tre

Diciamolo ragazzi: la stagione 3 di Lost è di gran lunga la migliore! Eccitante, completa, in qualche punto geniale e struggente. Intervista a: John Locke

Finalmente (dopo una stagione 2 che ci aveva lasciato a bocca asciutta) ritornano ritmi serrati ed episodi ben scritti, ricchi di suspense e fascino.
E novità.
La struttura della narrazione varia leggermente, spostando l’epicentro del racconto su una dimensione più intimista e, soprattutto nelle prime puntate, lontano dal campo sulla spiaggia.
Ci concentriamo su Jack , Kate e Sawyer e sulla loro vita insieme agli Altri, sempre più affascinanti che pericolosi.
Per gli amanti di Sawyer (da non perdere la recitazione in lingua orignale, gustosissima e burlona a fronte di un doppiaggio che ne restituisce un’ asprezza e una vena di cattiveria che non gli appartiene), prepararsi ad una sua riscossa in termini di visibilità e positività del personaggio, in lizza per soffiare a Jack il ruolo di leader del campo.
Lost – Stagione 3 Episodio 23

Nota: di Roberta Monno
LOST stagione tre

Lascia un commento