News: In Nomine Andreottis…

News: In Nomine Andreottis…

Forse, nel mondo del cinema, si sono tutti stufati di dover aspettare che Andreotti muoia per fare il punto sulla sua vita discussa e stanno cominciando a portarsi avanti con il lavoro…

Un altro ritratto cinematografico del senatore a vita è alle porte, firmato dallo storico (e) critico del cinema Tatti Sanguineti. Pare che sia già in fase di montaggio perché in lavorazione già da tre anni e che presto sgretolerà le polemiche sul  “Divo” per riportare a galla l’ “Uomo“. Mentre Sorrentino ha grattato via la vernice per guardare sotto lo smalto luccicante di un personaggio eclettico come “un divo”, attribuendogli velatamente concetti come “la necessità di fare il male per produrre il bene“,  Sanguineti lo ha lucidato e imbellettato descrivendolo come quello che: “Non è stato solo l’uomo dei ‘panni sporchi che si lavano in casa’, ma ha incarnato, ha fondato  e ha avviato la ricostruzione dell’industria cinematografica italiana nel dopoguerra. Ne fu il cardine e il motore  e dopo aver contenuto gli americani vincitori della guerra, ostili e diffidenti verso il nostro cinema considerato balcone e megafono di Mussolini ne favorì il ritorno come investitori e coproduttori“. Ne vogliamo parlare?
Santoro ci ha provato, ma come al solito è stato boicottato da mamma rai. Doveva andare in onda come di consueto giovedì sera (ieri) ma, essendo il tema del dibattito incentrato su Andreotti, i vertici rai hanno tentato di depistare gli spettatori con uno speciale sul concerto di Vascorimandando a domani ciò che si sarebbe dovuto fare oggi” e sperando segretamente che il sopruso potesse indurre il conduttore a cancellare stizzito la puntata in questione.Santoro è, invece, più agguerrito che mai e ha sentenziato che questa puntata “s’adda fare” eccome, non prima, però, di aver palesato a Petruccioli, all’intero cda, a Marano e al direttore generale Cappon tutto il suo disappunto per una scelta editoriale che, testuali parole: “altro non fa che mortificare il gruppo di autori e un programma di punta di Raidue“. Nei riguardi di Sorrentino Cossiga ha sbraitato che “un registucolo non può infangare la storia della Dc“, deduco pertanto che, se non ci riesce un lungometraggio cinematografico premiato a Cannes, non c’è motivo di guardare di traverso una misera puntata di Anno Zero… O no?
Ulteriori informazioni:
Gasparri, Travaglio E Il Caso Fazio
Annozero: Santoro (ancora) Nei Guai?

Nota: di Ellebi
In Nomine Andreottis…

Lascia un commento