Recensione Tv: Uomini e Donne: Format Esportato in Spagna

Recensione Tv: Uomini e Donne: Format Esportato in Spagna

Uomini e Donne: ovvero quello che la Spagna può prendersi dell’Italia (e non fate che ora vi mettete a fare paragoni con ciò che dell’Italia si cucca la Germania.

Il programma, leader nella fascia pomeridiana (e questo la direbbe lunga su di un intero popolo) si avvia alla conclusione della sua dodicesima edizione prima della pausa estiva con una serie di  “nulla di fatto” in questo secondo quadrimestre. I due tronisti maschi hanno abdicato (si dice così no?
), una tronista si è fidanzata prematuramente con un tizio esterno al programma, e la sola rimasta a incollare 2 milioni e mezzo di telespettatori a puntata (pari al 24% di share) è quella Paola Frizziero che si è presa un bel palo in fronte con relativo “no” secco. Talmente riuscito è questo format che varca i confini nazionali, precisamente approda in Spagna con il titolo “Hombres y Mujeres“. La De Filippi dunque va sempre più forte, basti pensare che il suo programma di riferimento Amici (d’altronde la sua storia televisiva inizia proprio con un programma che portava quel nome), passera’ alla domenica, intrattenendo i telespettatori nella prima tranche della futura Buona Domenica, che l’anno prossimo, pare, sara’ divisa in tre parti.
Uomini e Donne: Format Esportato in Spagna

Ricerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi